Gran bella coppia Pizza & Vino!

Rieccomi!

Che delusione!

Avevo fatto un video minuscolo per dimostrare una sorta di degustazione alla cieca che ho fatto stasera e solo ho scoperto che non mi consentono di caricarlo e per farlo dovrei fare un upgrade. Vabbè, son sicuro che le parole qui sotto saranno più carine della mia faccia!

Ho bevuto questo bianco Toscano della Azienda Agricola la Fibbiana senza saperne l’uvaggio e, come dicevo nel video, per me è composto da Chardonnay e Sauvignon Blanc…pensavo di trovare un sito loro o qualcosa che mi facesse risalire ad una scheda tecnica ma niente, quindi gl’ho scritto un messaggio su facebook e spero di ricevere risposta quanto prima così da vedere se c’ho azzeccato! Si accettano scommesse!

Ma passiamo alla coppia di stasera. Ragazzi/e, pizza e vino bianco penso sia una coppia che difficilmente può fallire e anche stasera si è dimostrata vincente!

La pizza del circolino vicino casa è una garanzia…forno a legna, ingredienti discretamente buoni e pizzaiolo attento a non sbrucciachiarla troppo la rendono davvero appetitosa. Io ho preso una margherita con bufala, abbastanza classica e semplice ma che esalta a pieno l’acidità del pomodoro e la grassezza della mozzarella di bufala. Non potevo berci dietro un Chianti Classico o addirittura un Brunello…l’avrei uccisa povera pizza. I suoi sapori sarebbero scomparsi in bocca perché dei vini così corposi li avrebbero spazzati via.

Per fortuna quando sono sceso in cantina ho trovato questa bottiglia che mi avevano regalato un po’ di tempo fa ma di cui sinceramente non mi ricordavo e lei, nella sua tranquillità e semplicità si è dimostrata la scelta azzeccata. Un vino con pochi gradi, beverino che non ti disturba per niente e, anzi, se ne bevi anche un goccio in più certo non ti fa girar la testa. Profumi semplici e leggerini, colore scarico sul verdolino ma quando lo mettevi in bocca insieme ad un pezzo di pizza diventavano marito e moglie. La moglie ( la pizza ) come in tutte le famiglie vuole sempre aver ragione lei e forse si metteva un pochino più al centro dell’attenzione ma anche il marito, zitto zitto e sornione, si faceva riconoscere con le sue battute azzeccatissime al momento giusto.

Son sicuro che “famiglie” di questo genere ce ne sono tante e anche meglio di quella che ho assaggiato io, ma anche la mia se la sapeva cavare più che degnamente. Non so cosa darei per poter assaggiare una margherita di Michele a Napoli con un buon bicchiere di Falanghina…dev’essere una magia…se poi chiudi il pranzo con una pastiera fatta in casa, che ne so da una nonna, li puoi dire di aver visto tutto!

A presto Ragazzi/e, vado in branda che domattina si ricomincia…come volano questi weekend…ah, vi preannuncio che giovedì sarò ad una degustazione di Franciacorta! Non vedo l’ora e tenetevi pronti perchè già non vedo l’ora di raccontarvela!

Notte Notte

Francesco

IMG_20160612_230112

Annunci